Vacanze al mare. E’ necessario far rispettare i propri diritti

533

Per alcuni è già iniziato e per altri sta per avviarsi il tanto desiderato periodo di vacanze. Si sceglie il posto dopo passare indisturbati le ore del proprio relax, ma purtroppo non mancano quelle situazioni sgradevoli che potrebbero compromettere l’intero periodo di riposo.

Nel caso si scegliesse di passare le proprie ferie al mare potremmo ritrovarci a dover conferire contro chi vuol farci pagare il biglietto per poter raggiungere la riva o semplicemente percorrere la battigia. Ecco, sappiate che si tratta di un vero e proprio abuso poiché la spiaggia è un bene pubblico, di proprietà dello Stato, pur essendo in concessione agli stabilimenti balneari.

Certo è che per le spiagge date in concessione i gestori possono chiedere il pagamento di un biglietto di ingresso al fine di poter usufruire di alcuni servizi.

Ma come proteggerci dalle furberie?

Basta sapere che:

  • Il bagnasciuga non rientra nella concessione fatta dal Demanio agli stabilimenti, quindi è possibilità dei bagnanti transitare senza imbattersi in pagamenti non dovuti.
  • In genere, nei 5 metri di battigia, liberi da ogni concessione, non possono essere collocati ombrelloni, sdraio e simili. Tuttavia, stabilire quanti debbano essere i metri demaniali sarà compito delle varie Capitanerie di Porto attraverso l’emanazione di ordinanze al fine di disciplinare diritti e doveri dei bagnanti, dei naviganti e degli stabilimenti balneari.
  • I bagnanti hanno il diritto di fare il bagno in qualsiasi tratto di mare preferiscano, anche in corrispondenza di uno stabilimento.
  • Tutti hanno il diritto di passare e raggiungere il mare per la via più breve.

Bisogna comunque ricordare che gli stabilimenti balneari e le aziende turistico – ricreative costituiscono una realtà fondamentale per il sistema turistico nazionale anche se purtroppo non mancano i casi di gestori furbetti. Ma in tal caso per denunciare le violazioni è possibile rivolgersi alla Polizia municipale o alla Capitaneria di porto.