Mistral Air, odissea per i passeggeri del volo Catania Tarbes-Lourdes-Pirenei

799

Il volo “M42941” della Mistral Air delle ore 8.30 partito da Catania e diretto allo scalo di Tarbes-Lourdes- Pyrénées in Francia ha effettuato un atterraggio di emergenza nello scalo aeroportuale Falcone – Borsellino di Palermo a causa di un’anomalia al carrello del velivolo. Sembra che i 121 passeggeri, ai quali sono stati distribuiti buoni ristoro, dovranno attendere le ore 18.30 per poter riprendere il viaggio programmato con un ritardo di ben 10 ore.

Complicazioni quindi per la Mistral Air e difficoltà rilevanti per i passeggeri che si erano affidati alla compagnia aerea con sede a Roma e di proprietà di Poste italiane, il cui socio di maggioranza è il Ministero dell’economia e delle finanze.

I passeggeri vittima possono richiedere alla compagnia di volo Mistral Air il pagamento di una compensazione pecuniaria (a titolo di rimborso o indennizzo) che, nel caso di specie, è pari ad euro 400,00, oltre alla possibilità di richiedere un ulteriore risarcimento per i danni subiti.

La normativa che si applica ai casi di ritardo aereo superiori alle 3 ore è il Regolamento Europeo 261/04, il quale prevede che l’entità della compensazione da corrispondere al passeggero vittima del disagio (come per le ipotesi di cancellazione del volo e negato imbarco) possa variare da euro 250 a euro 600, a seconda dei seguenti casi:

  • euro 250 per tutte le tratte aeree di lunghezza inferiore o pari a 1500 km;
  • euro 400 per le tratte aeree intracomunitarie superiori a 1500 km e per tutte le altre tratte comprese tra 1500 e 3500 km;
  • euro 600, infine, per le tratte di volo internazionali superiori a 3.500 km.

Fai valere i tuoi diritti di passeggero contattando ASSOINFORMA e richiedi una consulenza gratuita su come ottenere il giusto risarcimento.