Ricalcolo ISEE per le famiglie con persone disabili

0
477

Dopo l’avvenuta pubblicazione della Circolare 137/2016 del 25 Luglio 2016, l’Inps procederà al ricalcolo dell’ISEE per le famiglie con presenza di persone affette da disabilità o non autosufficienti. In particolare tale ricalcolo d’ufficio riguarderà gli ISEE attestati dal 1° gennaio al 28 maggio 2016.

Il Governo, in sede di conversione del decreto legge n. 42 del 2016, ha introdotto infatti una disciplina transitoria volta a modificare il calcolo dell’ISEE per tali nuclei familiari. Tale disciplina ha escluso dalla nozione di reddito disponibile i trattamenti assistenziali, previdenziali, indennitari (incluse carte di debito), a qualunque titolo erogati da amministrazioni pubbliche in ragione della condizione di disabilità, laddove non siano già inclusi nel reddito complessivo ai fini IRPEF. Difatti, i trattamenti come: indennità di accompagnamento, la pensione di inabilità, l’assegno mensile, le indennità di frequenza, le indennità di comunicazione, non saranno rilevati in automatico dagli archivi dell’Inps e pertanto, non saranno più presenti nel calcolo dell’ISEE.

Da ricordare che comunque sono esclusi dal trattamento agevolato quei trattamenti assistenziali o previdenziali erogati dalle amministrazioni pubbliche per ragioni diverse dalla disabilità come: carta acquisiti ordinaria, contributo affitto, assegno di maternità di base e assegno per il nucleo familiare con almeno tre figli minori concessi dai Comuni, SIA sperimentale. Tali somme restano incluse nella nozione di reddito disponibile con la conseguenza che continueranno a rilevare nel calcolo dell’ISEE.

Le operazioni di ricalcolo avverranno in ordine cronologico sulla base della data di presentazione della Dichiarazione Sostitutiva Unica originaria e si concluderanno entro il 10 settembre 2016.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY