iPhone, AgCom contro Vodafone e H3G per i costi della segreteria telefonica

483

L’AgCom con due delibere del 2 agosto 2016 mette sotto la lente il comportamento di Vodafone e H3G  per un servizio non voluto dal cliente. Oggetto della disputa sarebbe il tasto della segreteria telefonica dell’iPhone per il quale sembrerebbe che le due società telefoniche avrebbero detratto ingiustamente parte del credito telefonico del consumatore.

Vediamo insieme nel particolare di cosa si tratta:

i clienti Vodafone e H3g possessori di un  iPhone subiscono la detrazione di parte del loro credito telefonico nonostante la preventiva disattivazione del servizio di segreteria telefonica. In altre parole, se sul tastierino di un iPhone si preme involontariamente il pulsante segreteria il cellulare effettua comunque una chiamata senza avere la possibilità di interromperla. La casella vocale della segreteria rimane quindi attiva anche se si disattiva la deviazione delle chiamate in segreteria con i codici da digitare sulla tastiera.

I due gestori telefonici, consapevoli della sgradevole situazione che alcuni clienti stanno subendo, si sono prodigati ad informare sull’ammontare dei costi:

  • per Vodafone il costo pari a euro 0,99
  • per H3G il costo può variare tra i 16,4 e i 20 centesimi.

Il credito sottratto ai propri clienti da parte dei due operatori non equivale quindi a un servizio in quanto preventivamente disattivato e per questi motivi Vodafone ed H3G rischiano una sanzione economica.

Al procedimento avviato dall’AgCom, che si chiuderà tra 90 giorni circa, le due società telefoniche potranno presentare una propria linea difensiva.